Petizione inascoltata e popolazione ignorata

….I cittadini si organizzano, raccolgono le firme, e utilizzano l’unico strumento legittimo, che hanno a disposizione, per farsi ascoltare dall’amministrazione comunale, puntualmente ed ingloriosamente, vengono ignorati.
I commercianti e i residenti del Centro Storico di Alghero sono, assolutamente, colpevolmente dimenticati.
Hanno raccolto le firme necessarie, hanno protocollato una petizione per la quale, perentoriamente, entro 30 giorni (art. 84 Regolamento del Consiglio comunale), avrebbero dovuto ricevere una risposta, e la convocazione della Commissione consiliare che dovrà discuterla.
Ma sono passati più di 70 giorni, tutto tace, i cittadini sono impietosamente non considerati, come non esistessero!
Con la petizione si chiede “che l’Amministrazione Comunale destini dei fondi per la realizzazione di un’area verde, con parco giochi per bambini, nello spazio antistante la Chiesa di San Michele (Piazza Ginnasio) recentemente liberata dal parcheggio, poiché interessata da un progetto di riqualificazione.”
Una richiesta più che valida, seria, interessante e articolata, che prevede “la creazione di un’area con giochi per bambini, accessibile e utilizzabile anche da minori diversamente abili”, la quale “permetterebbe, da un lato, di rendere maggiormente “Family Friendly” un quartiere che, specialmente d’inverno, è dimenticato dalle famiglie algheresi, nonostante le tante attrattive culturali e commerciali, dall’altro, di avere finalmente, a disposizione, uno spazio ludico all’aperto, per i bambini che vivono in centro.”
La situazione, in città, è ben diversa da come ci viene presentata, quotidianamente, da un’amministrazione che si gongola, crogiolandosi tra eventi che organizza o che le piovono dal cielo, ma ignora, destinando scientemente all’oblio, problemi e soluzioni che vivono e propongono gli imprenditori e la gente comune di Alghero.

Precedente Incarichi legali, cambiano i suonatori ma la musica non cambia Successivo disORIENTAMENTO LAVORATIVO